parallax background

Il Restauro è finito Santa Croce si svela

03/07/2019

Il Restauro è finito Santa Croce si svela.

“Siamo eredi di un enorme Patrimonio artistico e culturale di cui dobbiamo “Aver Cura“.

“Ci sarà tutta la magnificenza di una facciata restaurata, dopo un accuratissimo lavoro di cesello.”

Così ha spiegato Maria Piccarreta, nella conferenza stampa organizzata sul ponteggio del rosone; ultima occasione per ammirare da vicino le figure che prendono vita nella delicata e preziosa pietra leccese incisa da Penna e Zimbalo.

“Due anni di restauro, sono sei il minimo indispensabile, – spiega- in un’operazione che è stata un capolavoro di sinergia tra:

  • Regione
  • ente finanziatore
  • Soprintendenza
  • Arcidiocesi
  • e la ditta Nicolì spa”.

Al titolare Valentino Nicolì, la Soprintendenza, ha rivolto “un plauso per l’idea geniale: consentire ai visitatori di salire sui ponteggi, che ha fatto da apristrada per altre città.

Così è stato possibile , a chiunque, ammirare la magnificenza della facciata, per la quale ancora oggi si sorprendono i restauratori che qui hanno lavorato per tanto tempo.

Un’ esperienza eccezionale e irripetibile: quello che sarebbe stato un handicap è diventato un valore aggiunto”.

Non ultimo, l’architetto Piccarreta ha evidenziato l’enorme responsabilità, per motivi di sicurezza, che l’impresa ha voluto assumersi.

Per il restauro, si diceva, la Regione ha messo a disposizione due milioni di euro, nell’ambito di “Smart in” la strategia per il rilancio del patrimonio culturale con l’obiettivo di garantire:

  • la valorizzazione,
  • la fruizione
  • e il restauro dei beni culturali in Puglia.

“Restauro non significa muri e chiusure ma fruizione – ha spiegato l’assessore Loredana Capone – di un laboratorio esperienziale non virtuale ma concreto.

La nostra strategia è stata quella di unire il sogno alle radici, mettendo in campo strumenti e una squadra di qualità. Sembrerà banale ma è questo il motivo del successo.

“Oggi – ha continuato Caponeil sogno è diventato realtà. Domenica riconsegneremo la Basilica alla sua comunità. Santa Croce è il simbolo della città: un’architettura magnifica, esuberante nello stile e forte nel racconto.

Noi Pugliesi abbiamo questa grande fortuna: siamo eredi di un enorme patrimonio artistico e culturale, di questo patrimonio dobbiamo Aver Cura – conclude – evidenziando il life motive del restauro di Santa Croce.

La Gazzetta del Mezzogiorno -Gazzetta di Lecce

03 Luglio 2019 di Emanuela Tommasi